Rimozione fibre minerali

lana di vetroLa lana di roccia, la lana di vetro e le fibre ceramiche sono materiali fibrosi a trama fine, composti principalmente da silicati ed alluminati.
I suddetti materiali sono termoisolanti ed anche isolanti acustici; queste proprietà sono dovute alla loro struttura macroscopica lanugginosa che, inglobando grandi quantità di aria, attenua i rumori e isola dal calore.


Schede internazionali di sicurezza
per dettagli tecnici e indicazioni
di pericolosità

 

In generale questi materiali sono sicuri fintanto che vengono rivestiti o ricoperti con intercapedini apposite. All’eventuale rottura di tali intercapedini, è possibile che la fuoriuscita incontrollata del materiale e gli eventi meccanici successivi (rimozione, strofinamento, urti) possa disperdere nell'ambiente circostante particelle finissime dei materiali (micro fibre di vetro e di roccia, cioè alluminati e silicati).
Tali particelle, quando sono molto fini, rientrano nelle casistiche delle PM 10, PM 20, PM 2,5 (il valore numerico indica la dimensione massima in micrometri delle particelle).
La loro inalazione può provocare irritazione delle vie respiratorie, disturbi alla vista in caso di contatto con gli occhi, abrasioni ed irritazioni della pelle, in quanto le fibre di lana di vetro e lana di roccia, pur essendo state classificate nel gruppo 3 (non cancerogene per l’uomo) dallo IARC, mostrano fase di rischio R38 (irritanti per la pelle). Le fibre ceramiche invece, sono state classificate cancerogene R49-38.
In caso di rimozione di tali materiali, pur non essendo soggetto ad approvazione ASL, l’intervento di asportazione prevede l’utilizzo di apparecchiature e metodologie analoghe, seppur meno specifiche e rigorose, a quelle applicate per l’amianto friabile.


Procedimento di rimozione lana di vetro
rimozione lana di vetro


Procedimento di rimozione fibre ceramiche
rimozione fibre ceramiche